lunedì 30 aprile 2012

La leggenda di Drago / Drago legendája

Copertina interna della leggenda moldava "La leggenda di Drago" che esce in due lingue nel numero di maggio della rivista interculturale 5perché.

"C’era una volta un giovane principe che regnava su un Paese alle falde dei monti Carpazi: Drago si chiamava, ed era un illustre condottiero pieno di coraggio. Gli piaceva la caccia più di ogni altra cosa, e spesso andava alla ricerca di una preda gloriosa tra i boschi dei sui monti.
Un giorno venne a sapere che in quelle foreste viveva un bufalo gigante e favoloso, l’uro, un animale che incuteva paura agli abitanti dei paesi della montagna, perché era molto irruento e pericoloso. La gente non aveva il coraggio di avvicinarsi, era intimorita anche dalla intensa e misteriosa luce che sprigionava la macchia a forma di stella che il bufalo aveva sulla fronte. Drago pensò: "Il bufalo stellato non può mancare tra i miei trofei..."

Belső címlap a "5perché" olasz interculturális gyerekmagazin májusi számában két nyelven megjelenő moldáv legendához. 
A moldávok eredet legendája Drago hercegről és egy mágikus erelyű bivalyról szól, akit a hős hercegnek természetesen sikerül legyőznie. Drago herceg a bivaly által elpusztított hűséges kutyája, Molda tiszteletére országát Moldáviának kereszteli el.

giovedì 5 aprile 2012

Il Signore è risorto / Feltámadás

Matteo 28,5-8
Allora l'angelo disse alle donne: "Non abbiate paura! So che cercate Gesù che è stato crocifisso. Non è qui, perché è risorto, proprio come vi aveva detto. Venite a vedere dove giaceva il suo corpo. Ed ora, andate presto a dire ai suoi discepoli che il Signore è risuscitato dalla morte e vi precede in Galilea. È là che lo vedrete! Ecco, vi ho avvisato!"
Le donne s'allontanarono di corsa dalla tomba, spaventate, ma piene di gioia e si precipitarono dai discepoli per riferire le parole dell'angelo.

Máté 28,5-7
Ti ne féljetek! Hiszen tudom, hogy Jézust, a megkereszteltet keresitek. Nincs itt, mert feltámadt, amint megmondta. Jöjjetek, lássátok a helyet, ahol feküdt.  Menjetek gyorsan, mondjátok meg tanítványainak: ’Föltámadt a halálból, és előttetek megy Galileába. Ott majd meglátjátok őt!’ Íme, megmondtam nektek!”


Matthew 28:6-8
He is not here. He was raised, just as he said. Come and look at the place where he was placed.”
“Now, get on your way quickly and tell his disciples, ‘He is risen from the dead. He is going on ahead of you to Galilee. You will see him there.’ That's the message." The women, deep in wonder and full of joy, lost no time in leaving the tomb.

(Illustrazione per Dwell Dive Magazine (CRCNA, USA)